CAMERA DEI DIRITTI DEL DISABILE

La Camera avrà il compito di promuovere incontri, dibattiti e sollecitare le amministrazioni locali a dare attuazione ad ogni legge sul tema, al fine di garantire pieno diritto di accesso a tutte le agevolazioni e piani speciali per i disabili e le loro famiglie.

Come per le altre aree tematiche – legate comunque al territorio – l’Associazione promuoverà sinergie con le Amministrazioni Comunali presenti nell’area metropolitana catanese, al fine di aprire centri di ascolto e sportelli che possano erogare servizi legati al supporto sanitario e psicologico, legale, scolastico e lavorativo.

Inoltre, già da qualche giorno, l’Associazione Difesa e Giustizia, con riferimento all’area della disabilità, è stata ammessa a partecipare ai tavoli tematici promossi dal Comune di Catania, Assessorato ai Servizi Sociali, ovvero: minori e famiglie, disabilità, violenza di genere e sanità.

Per informazioni su pensioni ed indennità erogate dall'INPS clicca qui.


La patente speciale è un documento di guida che attesa l'idoneità della persona disabile a condurre un'autovettura modificata secondo le proprie esigenze. Gli adattamenti, che debbono sempre risultare dalla carta di circolazione, possono riguardare sia i comandi di guida, sia la carrozzeria o la sistemazione interna del veicolo (pedana sollevatrice, scivolo a scomparsa, sedile scorrevole-girevole, sistema di ancoraggio della carrozzina, sportello scorrevole). Compete poi alla Motorizzazione civile controllare e verificare la corrispondenza delle modifiche. Le prestazioni rese dalle officine per adattare i veicoli godono di un'IVA agevolata al 4%.

La legge 104 del 1992 è una legge quadro in materia di assistenza, integrazione sociale e diritti delle persone disabili, rivolta a tutte quelle persone che vivono una condizione di disabilità e a coloro che si occupano della loro assistenza. L’obiettivo fondamentale delle norme in essa contenute è, quindi, quello di rimuovere gli ostacoli che impediscono la corretta integrazione e la dignità fisica e psichica delle persone diversamente abili. L’invalidità civile è strettamente collegata alla riduzione della capacità lavorativa, per compensare la quale sono concessi i benefici di cui si dirà.

Chi sono i soggetti interessati dall’ICRIC?

  • Invalidi totali, non ricoverati gratuitamente, con pensione e con indennità di accompagnamento;
  • invalidi totali, maggiori di anni 18, non ricoverati gratuitamente, con sola indennità di accompagnamento - fascia provvisoria;
  • invalidi totali, non ricoverati titolari di reddito superiore al limite previsto, con sola indennità di accompagnamento;
  • invalidi totali, non ricoverati gratuitamente, ultra sessantacinquenni, con sola indennità di accompagnamento;
  • invalidi totali, minori, non ricoverati gratuitamente, con sola indennità di accompagnamento;
  • invalidi parziali, con indennità di accompagnamento per effetto della concausa della cecità parziale (C.C. 346/1989);
  • invalidi parziali, minori di anni 18, con diritto all'indennità mensile di frequenza (legge 11 ottobre 1990 n. 289).

N.B: Il modello deve essere sempre compilato anche se non ci sono stati ricoveri nei due anni richiesti.